Home » ControGuida » Contro Guida al bando Laziodisu 2015

Contro Guida al bando Laziodisu 2015

A fine Luglio è uscito il nuovo bando per la domanda di borse di studio e posti alloggio.

Questo è il secondo anno che Laziodisu decide di confrontarsi pubblicamente con gli studenti, prima della pubblicazione del bando stesso, per discutere eventuali modifiche o proposte di integrazione rispetto al bando dello scorso anno. Come studenti e studentesse di Link Roma abbiamo partecipato ad uno di questi incontri pubblici portando le nostre proposte di modifica al bando di concorso precedente. Tali proposte sono state frutto di un percorso di assemblee e momenti di discussione che si sono tenuti all’interno di alcuni studentati romani durante lo scorso anno. (Qui il link con le nostre proposte  https://www.facebook.com/notes/link-roma/costruiamo-l-altrobando-difendiamo-i-nostri-diritti/964163086940989 )

Siamo entusiasti di poter dire che alcune delle nostre proposte presentate durante gli incontri pubblici sono state accolte dall’amministrazione; infatti dalla lettura del bando 2015/2016 risultano alcune importanti  novità:

  • L’adattamento delle soglie ISEE e ISPE alle nuove disposizioni di calcolo degli stessi, per cui quest’anno la soglia ISEE è pari a 19.468,75 Euro e ISPE 34.069,40 Euro, che risultano più alti dello scorso anno
  • La riduzione del 10% dei cfu da conseguire per il mantenimento della borsa di studio per le studentesse nubili con prole sia che queste risultino all’interno del nucleo familiare di origine che risultino invece in un nucleo familiare a parte
  • Eliminazione della penale di recesso di 500 Euro per chi rinuncia al posto alloggio

Riteniamo un segnale positivo che l’amministrazione regionale e l’ente decidano di tener conto delle proposte e dei suggerimenti di chi vive ogni giorno sulla propria pelle la condizione di studente borsista e/o vincitore di posto alloggio. Nonostante alcune delle nostre proposte siano state accolte, per molte altre (studente conferma, borsa servizi, estensione del contratto di posto alloggio, proroga dei casi eccezionali anche per studenti iscritti ad anni successivi al primo ecc) riscontriamo ancora una certa reticenza da parte dell’amministrazione. Inoltre siamo ben consapevoli che i limiti del diritto allo studio nella nostra regione riguardano in particolare una carenza di posti alloggio (circa 2000 quelli messi a disposizione lo scorso anno da Laziodisu a fronte di circa 80 mila studenti fuori sede presenti nella sola città di Roma e un mercato degli affitti che è sempre più caro e inaccessibile), investimenti in servizi e welfare indiretto (come ad esempio trasporti, biblioteche ecc ).

Continueremo quindi a dare battaglia e a farci promotori di assemblee pubbliche negli studentati con studenti borsisti e non, perché siamo convinti che sia necessario continuare a lottare per un cambiamento radicale del sistema di diritto allo studio nella nostra regione. Uno dei primi passi sarà aspettare le graduatorie di posti alloggio e borse di studio, infatti se la situazione dei posti alloggio sappiamo in partenza essere  disastrosa, per quanto riguarda le borse di studio auspichiamo si riesca a raggiungere quest’anno la copertura totale,nonostante il taglio di 150 milioni di Euro al Diritto allo Studio voluto dal Governo Renzi lo scorso autunno.

Nel frattempo abbiamo prodotto una breve guida alla compilazione del bando di concorso Laziodisu che molto spesso risulta ostico soprattutto per chi vi si approccia per la prima volta

Scarica la ControGuida Laziodisu 2015

Check Also

Alcune delle cose che abbiamo fatto in questi anni…

Tutela delle Ragazze Madri iscritte all’Università tramite: sospensione degli studi senza oneri fiscali, giustificazione automatica …