Home » Elezioni 2017 - Il Programma » Sostenibilità e Trasporti

Sostenibilità e Trasporti

Il problema dei trasporti è stato sempre un problema centrale per il nostro Ateneo situato in periferia ma che accoglie studenti da Roma, dai castelli romani e anche dalla “vicina” provincia di Frosinone.
Molti di questi studenti utilizzano il trasporto pubblico locale (Atac), regionale (Cotral) ma anche i treni regionali (Trenitalia) e le difficoltà sono elevate, data la scarsa disponibilità di trasporti, assenza di puntualità delle corse e delle agevolazioni per gli studenti non facilmente accessibili. Tutto questo ha portato ad un utilizzo sempre più elevato dell’automobile, con le conseguenze che tutti conosciamo: congestione del traffico, emissioni inquinanti, costi elevati di gestione del mezzo privato per gli studenti.
Il nostro obiettivo primario sarà quello di creare un ateneo ben collegato con il trasporto pubblico locale e regionale, attraverso la creazione di tavoli di lavoro tra università e le tre importanti società pubbliche di trasporto (Cotral, Atac e Trenitalia) ma anche con enti di trasporto privati, per rendere questo ateneo ben collegato con le zone limitrofe e ovviamente spingere gli enti locali (D.lgs 422: Conferimento alle regioni ed agli enti locali di funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale) a interventi strutturali e permanenti sul tpl, in modo di aumentare la capacità di offerta e di sostenere i servizi
Per creare un ateneo sostenibile e collegare al meglio anche le facoltà tra loro (abbastanza distanti), quindi aumentare l’aggregazione tra gli studenti, bisogna che si ripensi anche alle piste ciclabili, nonostante Roma abbia molti chilometri di piste ciclabili (circa 130), la gran parte di questi sono scollegati tra loro e versano in condizioni di degrado, questo comporta una non sicurezza per i ciclisti. Incentivare le piste ciclabili ridurrebbe i costi per gli studenti, ridurrebbe le emissioni inquinanti e renderebbe le zone limitrofe all’ateneo non congestionate dal traffico. Per questo verrà presentata in ogni dipartimento, la proposta di installare rastrelliere per le biciclette, organizzare punti dove riparare le suddette e chiederemo all’ateneo uno sforzo per far sì che le biciclette possano esser trasportate sui mezzi pubblici.
Inoltre, il nostro ateneo, potrebbe pensare a sistemi di carsharing o carpooling come avviene in altri atenei come ad esempio Roma Tre.

Check Also

Contribuzione Studentesca

Dopo aver dirottato l’extragettito fiscale dell’anno accademico 2015/2016 sull’esenzione dal pagamento della seconda rata per …